venerdì 14 dicembre 2012

Hastings-Harrogate Railway

Articolo e foto di Massimo Corsini e Guido Plano
 
Questa volta si parte di giovedì, c’è il replay della FA Cup fra Hastings e Harrogate Railway, un gran bella partita che porterà un’altra squadra della Non League al terzo turno di FA Cup. Si parte ma il viaggio è breve perché, e spero che non restiate delusi, non si va ad Hastings, ma si va in uno dei tanti stadi immaginari di Londra, si va al Pub.
FANTASIA Si perché girando per Londra basta tanta passione ed un pizzico di fantasia per vedere stadi ovunque. Si possono veder al mattino presto, quando i bambini vanno a scuola con i loro zainetti e cestini per il pranzo firmati dalle loro squadre del cuore, si possono vedere sulla Tube fra le persone che vanno al lavoro, scorcendo una cappellino, una sciarpa, una spillina o un semplice tatuaggio, si vedono nei match day alle stazioni, ma di questa “magia” ve ne abbiamo già parlato in un post precedente, e si vedono al Pub, dove si mangia si beve e si vede la tv come si vedeva in Italia negli anni ’50. La televisione sul suolo Italico spesso è stata accusata di aver allontanato la gente, di aver interrotto le comunicazioni fra le persone. Nel dopoguerra tutti si ritrovavano al bar a vedere “Lascia e Raddoppia” poi il boom economico ha portato una TV in ogni casa e le famiglie si sono “rinchiuse”. In Inghilterra non è così, Sky è considerato un bene di lusso ed il Pub il luogo deputato per seguire le partite che vengono trasmesse in Tv e così tifosi, ma anche semplici appassionati e amanti del calcio, si ritrovano tutti insieme davanti alla TV.
THE OLD KING’S HEAD Il nostro stadio si trova a London Bridge, in un vicoletto, una zona non troppo turistica e quindi con prezzi contenuti sia per il bere che per il mangiare che è davvero straordinario per gli amanti del Fish & Chips e della carne. E qui mi corre l’obbligo di citare l’amico Davidone, girovagando per Londra insieme a lui per vedere una partita del mio West Bromwich Albion ho trovato questo “rifugio”. Nonostante la partita non sia di cartello il pub è strapieno, complice anche il giovedì della settimana prenatalizia tradizionalmente dedicato a cene aziendali e ritrovi fra colleghi per scambiarsi gli auguri. Tre sono gli schermi all’interno del locale, ma uno quello maxi, con il proiettore stavolta è “off”, quindi due Tv una sul notiziario della BBC, l’altra in diretta da Hastings. Prendiamo le nostre tradizionali Foster’s serviteci da una ragazza molto gentile, Italiana, che vive a Londra da 11 anni(!) e che da 3 lavora li. C’è chi segue la partita chi parla con amici e colleghi, però al goal dell’Hastings tutta l’attenzione va verso la TV e così accade al pareggio del’Harrogate Town a “the last kick of the game”, supplementari con il pub che tifa per i rigori. Calci dal dischetto che arrivano puntuali, sbaglia l’Harrogate, ma restituisce la cortesia l’Hastings proprio al quinto penalty. Si va ad oltranza, tutto ormai fissano la TV. Il sesto rigore è quello decisivo, sbagliano gli ospiti, non i padroni di casa, l’Hastings va avanti, qualcuno commenta, altri ridacchiano tutti staccano gli occhi dalla Tv e tornano a passare la loro serata. Morale della favola, due squadre di Non League per due ore hanno focalizzato l’attenzione di una nazione Intera, o almeno di quella parte che per un motivo o per l’altro era al pub, o se preferite ad uno dei nostri stadi di fantasia!




2 commenti: